© 2017 by Officine del Sale

INCONTRO CON L'AUTORE:

Venerdì 16 Novembre alle ore 20:00

 

Eraldo Baldini presenta "I riti della tavola in Romagna" e altre tradizioni dimenticate

Dialoga a cena con l'autore Marco Viroli.

  

I riti della tavola in Romagna

Eraldo Baldini

Mangiare non è mai stato solo “nutrirsi”, cucinare non è mai stato solo “preparare il nutrimento”. Questo libro, il primo del suo genere dedicato alla terra di Romagna, ci racconta i valori simbolici riservati agli alimenti e ai cibi, il loro uso (spesso rituale) nei momenti e nelle occasioni particolari dell’anno e della vita, le tradizioni e le superstizioni che accompagnavano la loro preparazione, la loro conservazione e il loro consumo. Ne emerge un universo affascinante, che ci riconduce a una società in cui, nonostante la povertà materiale, mangiare rappresentava un importante fatto sociale, culturale, rituale, legato intimamente ai percorsi ciclici del tempo delle stagioni e del tempo dell’uomo.
 

Se il ciclo dell’anno costituisce uno dei contenitori e dei motori principali delle usanze folkloriche, è in quello che si possono cercare e individuare alcune «tradizioni dimenticate» su cui soffermarsi. Il termine «dimenticate» non significa che non ve ne sia memoria, o che non ne esista una qualche forma di riattualizzazione, per quanto blanda e ormai decontestualizzata; significa solo che si sono in gran parte perdute la conoscenza e la consapevolezza dei loro significati, sia perché l’articolato sistema mitico-rituale in cui si innestavano non è più cogente, sia perché in una società che ormai ha allentato i propri legami con il lavoro agricolo, la stagionalità, il culto dei morti e i cicli cosmici, tali occasioni risultano non più chiaramente armonizzate in un continuum decifrabile com’era quello, culturalmente condiviso, delle società del passato.

 

Eraldo Baldini è saggista e ricercatore nel campo dell’antropologia culturale e dell’etnografia, oltre che narratore affermato in Italia e all’estero. In campo letterario ha pubblicato diversi romanzi e racconti per i principali editori italiani (Einaudi, Mondadori, Frassinelli, Sperling & Kupfer, ecc.). Come saggista ha dedicato numerosi e importanti studi al folklore e alla cultura popolare romagnola e italiana. Per i tipi del «Ponte Vecchio» ha pubblicato “Tenebrosa Romagna. Mentalità, misteri e immaginario collettivo nei secoli della paura e della «maraviglia»” (2014), “I riti della tavola in Romagna. Il cibo e il convivio: simbolismi, tradizioni, superstizioni” (2014), “I misteri di Ravenna” (2015), “I riti del nascere in Romagna. Gravidanza, parto e battesimo in una cultura popolare” (2016), “Sotto il segno delle corna. San Martino, la «festa dei becchi» e lo «charivari» in Romagna” (2017). Insieme con Giuseppe Bellosi, è inoltre autore di “Halloween. Origine, significato e tradizione di una festa antica anche in Italia” (2015), “Calendario e tradizioni in Romagna” (2016), “Misteri e curiosità della Bassa Romagna” (2017). Con Susanna Venturi, sempre nel 2017, ha pubblicato “Prima del «liscio». Il ballo e i balli nella vecchia tradizione di Romagna”. Con Aurora Bedeschi "Clima. carestie ed epidemie in Romagna nel Medioevo e in Età moderna".